Yogurt fatto in casa!

Yogurt fatto in casa: sempre fresco, magro e dolce ogni volta che lo desideri.

Ci sono tanti vantaggi nell’autoproduzione di yogurt: è sempre disponibile nel frigo, fa risparmiare, è più delicato rispetto allo yogurt bianco nei vasetti e soprattutto si può “condire” come più si preferisce, con frutta fresca o spezie, con abbinamenti che nel banco frigo raramente si trovano.

Ci sono diversi procedimenti utilizzati per l’autoproduzione di yogurt, molti dei quali spiegati in vari blog. Questo è quello provato e riprovato che da buoni risultati. Naturalmente il procedimento si può fare anche per ottenere yogurt di soia!

INGREDIENTI

1 vasetto di yogurt bianco intero fresco

+

1 litro di latte parzialmente scremato fresco

oppure

1 vasetto di yogurt di soia bianco

+

1 litro di latte di soia puro

PREPARAZIONE

Aprite il vasetto di yogurt e versatelo in un contenitore di plastica o vetro richiudibile, mettete da parte.

In una pentola fate bollire il litro di latte: portate a bollore e continuate per 10 minuti circa, mescolando costantemente.

Spegnete il gas e lasciate intiepidire: quando il latte avrà raggiunto la temperatura di circa 35 – 40° si potrà aggiungere allo yogurt già versato nel contenitore. Se non avete un termometro da cucina potete regolarvi con il tatto: lavatevi le mani e provate a immergere un dito e quando il latte non scotterà più sarà pronto.

Nel frattempo accendete il forno a 50° per pochissimi minuti, meno di 2. Una volta spento lasciate passare un minuto, tappate il contenitore di plastica e avvolgetelo in una coperta di plastica, dopodiché infilatelo nel forno e chiudetelo.

Lo yogurt dovrà stare così coperto e protetto per almeno 8 ore e poi potrete spostarlo in frigo, posto in cui dovrà rimanere almeno qualche ora prima di poterlo consumare.

A questo punto lo yogurt sarà pronto, ma attenzione, non consumatelo tutto! Lasciatene l’equivalente di un vasetto che vi servirà come base per preparare il successivo: a questa rimanenza aggiungerete nuovamente il latte trattato come sopra e ripeterete il procedimento.

Attenzione: il procedimento non può essere ripetuto all’infinito! Se vi accorgerete che il gusto comincia a cambiare ricominciate da capo, acquistando un nuovo vasetto di yogurt.

Se potete procuratevi un contenitore ermetico, in questo modo favorirete ulteriormente lo sviluppo dei preziosi fermenti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *