Come tagliare la cipolla e lo scalogno

Avere a che fare con le verdure può essere difficile a volte, soprattutto quando si tratta di cipolle e di scalogno. Ecco come tagliare queste importanti verdure per la cucina.

INGREDIENTI

cipolla

scalogno

PREPARAZIONE

1) Con un coltello, rimuovere lo stelo della cipolla
2) Tagliare la radice della cipolla. Stare attenti a rimuovere solo la parte finale della radice; questo farà si che la cipolla rimanga unita mentre viene tagliata
3) Mettere la cipolla con la parte dello stelo appoggiata sul piano di lavoro. Così facendo si eviterà che la cipolla rotoli via mentre viene tagliata. Tagliare la cipolla in due parti dalla radice allo stelo
4) Con un coltello di piccole dimensioni o con un spelucchino, incidere la buccia della cipolla. Non affondare la lama troppo oltre lo spessore della pelle
5) La pelle risulterà adesso estremamente facile da pelare con le dita. Ripetere questo procedimento per l’altra metà della cipolla
6) Per fare la cipolla a dadini, appoggiarne una metà sul tagliere con la parte piatta rivolta verso il basso. Affettare la cipolla stando attenti a non tagliare la radice che la tiene unita
7) Praticare un taglio orizzontale e parallelo al piano di lavoro. Stare sempre attenti a non tagliare la radice
8) Praticare un secondo taglio orizzontale ad un centimetro circa dal primo taglio. Più tagli orizzontali verranno effettuati e più piccoli saranno i cubetti finali
9) Fare la cipolla a cubetti effettuando dei tagli perpendicolari a quelli iniziali. Procedere verso la parte della radice man mano che si effettuano i tagli
10) Una volta ottenuti dei cubetti, scartare la parte rimanente della radice
11) Per affettare la cipolla, appoggiarne metà sul tagliere con la parte piatta rivolta verso il basso
12) Tagliare delle fette dello spessore desiderato procedendo verso la radice man mano che si effettuano i tagli
13) Una volta ottenute le fette, scartare la parte rimanente della radice
14) Prima di usare le cipolle si consiglia di separarne gli strati
15) Se si desidera che le cipolle risultino ben visibili, si possono tagliare seguendo il verso delle fibre. In questo modo sarà più facile mantenere intatta la loro struttura durante la cottura
16) In questo caso affettare le cipolle da un lato avanzando verso l’altro. All°inizio effettuare dei tagli completi finché non si raggiunge la radice
17) Raggiunta la radice, procedere come prima ma senza affondare la lama nella radice stessa
18) Quando tutta la cipolla è stata affettata, tagliare la radice per separare le fette
19) Prendere la prima e l’ultima fetta e tagliarle dello spessore delle altre parti
20) Anche in questo caso, si consiglia di separare gli strati prima di utilizzare le cipolle

Gli scalogni hanno una struttura differente rispetto alle cipolle. Per affettarli e tritarli, procedere come segue:
1) Con un coltello, rimuovere lo stelo dello scalogno
2) Tagliare la radice. Stare attenti a rimuovere unicamente la parte finale della radice; questo farà si che lo scalogno rimanga unito durante il taglio
3) Tagliare in due lo scalogno
4) Con un coltello di piccole dimensioni, incidere la buccia. Non affondare la lama oltre lo spessore della pelle
5) La pelle risulterà adesso estremamente facile da pelare con le dita. Ripetere questo procedimento per l’altra metà
6) Per fare lo scalogno a dadini, appoggiarne una metà sul tagliere con la parte piatta rivolta verso il basso. Affettare stando attenti a non tagliare la radice che tiene le fette unite
7) Praticare un taglio orizzontale e parallelo al piano di lavoro. Stare attenti a non tagliare la radice
8) Praticare un secondo taglio orizzontale qualche millimetro sopra al primo taglio. In questo caso, uno o due tagli sono più che sufficienti
9) Fare lo scalogno a cubetti praticando dei tagli perpendicolari a quelli iniziali. Procedere verso la parte della radice man mano che si effettuano i tagli
10) Per affettare lo scalogno, appoggiarne una metà sul tagliere con la parte piatta rivolta verso il basso
11) Tagliare delle fette dello spessore desiderato procedendo verso la radice man mano che si effettuano i tagli
12) Separare gli strati prima di utilizzarli per ottenere risultati ottimali

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *