Ribollita

Piatto povero di origine contadina la ribollita deriva dalla tipica zuppa di pane raffermo e verdure preparate come tradizione vuole in molte zone della Toscana. Come tutte le altre minestre di verdura anche la ribollita diventa sempre più gustosa ogni volta che viene “ribollita” sul fuoco.

INGREDIENTI

1 ciuffo di cavolo nero

1/4 di cavolo verza

1 mazzetto di bietola

1 porro

1 cipolla

2 patate

2 carote

2 zucchine

2 gambi di sedano

300 g. di fagioli cannellini

2 pomodori pelati

olio extra vergine di oliva

sale e pepe

250 g. di pane casalingo raffermo

PREPARAZIONE

Mettere a bagno i fagioli per circa 8 ore, lessateli in due litri di acqua. In altra pentola fate rosolare la cipolla tagliata a fettine nell’olio di oliva, aggiungete via via tutte le altre verdure tagliate grossolanamente e fatele appassire piano piano per circa 10 minuti, aggiungete quindi l’acqua di cottura dei fagioli e la metà degli stessi.

L’altra metà li aggiungerete dopo averli passati al setaccio. Regolate sale e pepe e fate cuocere a fuoco basso per circa due ore. A questo punto aggiungete il pane tagliato a fettine, mescolate bene e fate bollire per altri dieci minuti.

Lasciate riposare e servite in piatti di coccio con un filo d’olio extra vergine d’oliva rigorosamente toscano dal gusto fruttato intenso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *