Panzerotti al sugo e mozzarella

I panzerotti e i calzoni sono specialità tipicamente meridionali, ormai diffuse in tutta Italia. Il panzerotto ha origini napoletane ed è un involucro di pasta con un ripieno dolce o salato fritto in olio (anticamente si usava lo strutto), che cuocendosi si rigonfia, assumendo una forma simile a una pancia (in dialetto napoletano si dice panza; da ciò deriva il nome panzerotto).

I calzoni invece, sono cotti al forno o fritti e preparati con della pasta di pane o di pizza, farcita e chiusa a forma di mezzaluna o manicotto. L’origine più accreditata è quella pugliese, dove la popolazione povera, usava formare delle mezzelune con le rimanenze del pane, poi accompagnate da pomodoro e formaggio.

Il ripieno salato dei panzerotti o dei calzoni, può essere molto vario, ma più comunemente si usa farcirli con pomodoro e mozzarella, prosciutto cotto e formaggio, ricotta, salame e formaggio. Il calzone fritto alla napoletana è caratterizzato da un ripieno a base di mozzarella, provola, prosciutto cotto e salsa di pomodoro.

La ricetta dei panzerotti

INGREDIENTI per una ventina di panzerotti

Impasto:
1 Kg. di farina bianca

1 cubetto di lievito di birra

1 cucchiaio di sale

1 pizzico di zucchero

1 cucchiaio di olio d’oliva

acqua tiepida q.b.

Condimento:

2 scatole di pelati da mezzo Kg

3 mozzarelle grandi

250 grammi di prosciutto cotto

20 olive verdi

PREPARAZIONE

Mettere la farina sul tavolo, aprendo un piccolo varco al centro, che andrà riempito con il lievito precedentemente sciolto nell’acqua tiepida. Iniziare a impastare aggiungendo olio, sale e zucchero.

Quando l’impasto sarà della durezza giusta, lasciar lievitare in un luogo caldo per 1 ora e 30 circa. Con l’impasto opportunamente lievitato, fare delle palline del diametro di circa 10 cm; ricoprire le palline e lasciar lievitare per un’altra mezz’ora.

Stendere poi con il mattarello le palline, ponendo al centro gli ingredienti per il ripieno; i panzerotti dovranno essere ripiegati in due, formando delle mezze lune, e chiusi agli estremi con le dita. Friggere subito in abbondante olio extravergine di oliva, precedentemente riscaldato, girando i panzerotti fino a renderli dorati.

Asciugare su carta assorbente e gustare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *