L’Eggnog

Quando si pensa al Natale americano, soprattutto ai dolci americani tipici di questo periodo di festa, la prima cosa che viene in mente sono gli omini di pan di zenzero, ma diversi sono i piatti tipici americani che si preparano nelle festività natalizie da trascorrere con tutta la famiglie e tra le ricette che in Italia non sono ancora molto conosciute, possiamo ricordare l’Eggnog che va ad aggiungersi al menù di Natale tipico di alcuni paesi americani.

L’ Eggnog è molto somigliante allo zabaione, infatti è preparato con panna, uova e latte; esso si sta diffondendo abbastanza velocemente anche in Europa ed è veramente molto utilizzato come dessert alla fine del cenone natalizio, grazie anche al suo ottimo gusto.

INGREDIENTI

240 ml di Brandy

120 ml di rum

120 ml di whisky

120 ml di marsala o sherry oppure porto

Una dozzina di uova

1 litro di latte

150 g. di zucchero

750 ml di panna liquida

500 g di gelato a crema o a vaniglia

Cannella o noce moscata

PREPARAZIONE

Una volta preparati sul tavolo da lavoro tutti gli ingredienti, potete procedere con la preparazione; unite i vari liquori, quindi rum, il whisky, lo sherry e il brandy, versandoli all’interno di un contenitore, disgiungete gli albumi dai tuorli e metteteli in recipienti differenti.

A questo punto, aiutandovi con le fruste, sbattete i tuorli fino al momento in cui diventano di una consistenza spumosa e continuando a frullare unitevi il latte, la panna e i vari liquori, dovrete continuare a mescolare finchè il composto non risulterà omogeneo. Con delle fruste pulite montate gli albumi a neve e poi uniteli al composto precedente facendo attenzione che gli albumi montati a neve non si smontino, aiutatevi con un cucchiaio di legno.

A questo punto la vostra ricetta è pronta ma dovrete aspettare alcune ore prima di servirlo, durante le quali l’Eggnog dovrà essere posto in frigo, prima di servirlo spolveratelo di cannella o con un pizzico di noce moscata e potrete anche farlo accompagnare da dell’ottimo gelato alla crema ed i vostri ospiti ne saranno entusiasti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *