Frappè al cioccolato bugiardo come la realtà

Di recente ho preso la gravosa decisione di provare a migliorare la mia forma fisica. Il primo spaventoso passo che ho scelto di compiere in direzione del mio obiettivo è stato quello di iscrivermi a una palestra.

Quest’esperienza apparentemente molto banale si è in breve tempo tradotta in una serie di sconcertanti epifanie. Appena varcata la soglia del centro fitness sono stata sottoposta a una serie di fatiche degne di Eracle atte a misurare la mia resistenza fisica.

Prontamente mi è stato comunicato che la mia età biologica superava la mia età anagrafica di undici anni. Ho presto realizzato che la falsa credenza in base alla quale mi ritenevo una persona di ventiquattro anni andava quantomeno riconsiderata e nel tentativo di arginare il processo di disfacimento al quale andavo incontro ho iniziato ad accarezzare l’idea di seguire uno dei corsi della palestra.

Dall’aula in cui si teneva la lezione di spinning provenivano urla e lamenti che mi avevano indotto a credere che altre persone fuori forma o Xena la principessa guerriera frequentassero il corso. Per dirimere il mio dubbio decido di entrare nello studio, ma non trovo nulla di quanto anticipato, solo un gruppo di persone visibilmente infastidite dal mio ingresso.

L’istruttore si vede costretto a smontare dal suo sellino per farmi notare che avrei dovuto prenotarmi e tenere un colloquio preliminare con lui se volevo fare parte del corso. Uscendo riesco distintamente a sentirlo incitare i presenti a “ritrovare il mood” e comprendo che ancora una volta avevo sottovalutato la realtà: non si trattava di un semplice corso di spinning, ma del raduno di una setta di individui in possesso di fasce antisudore coordinate.


Questa sezione è pensata per ristorare la fiducia di chi si trovi a constatare l’inganno insito nell’esistenza e ad affrontare le difficoltà dell’abbracciare uno stile di vita più sano.


Il frullato di oggi, pur sembrando un frappè al cioccolato, nasconde un’anima salutare, delle verdure invisibili e un basso contenuto calorico. Per ottenere un classico milkshake al cacao (circa 315 kcal per una porzione) dovrei frullare il gelato al cioccolato (100 gr), il latte vaccino (200 ml), un cucchiaino di zucchero  e tre cubetti di ghiaccio.


Frappè al cioccolato light


Ingredienti

Latte di riso aromatizzato al cocco (200 ml)

Banana surgelata (8 rotelle, ossia 2/3 del frutto)

1 cucchiaino di sciroppo d’agave

Polvere di cacao non dolcificata (8 gr)


Procedimento

ingredienti frulllato ciocc

Per questa versione avete bisogno del latte di riso aromatizzato al cocco, otto rotelle di banana surgelata (circa due terzi del frutto), un cucchiaino di sciroppo di agave (o in alternativa un dattero snocciolato) e un cucchiaio di polvere di cacao non dolcificata .

frullato ciocc

Una volta posti questi ingredienti all’interno di un mixer aggiungete 35 grammi di spinaci prima di frullare il tutto. A 144 calorie per porzione otterrete un drink con le fattezze del frappè al cioccolato e l’aroma della banana, ma senza alcuna traccia del sapore degli spinaci.

Benedetta Giuliani

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *