Agnolotti al ragù

Gli agnolotti sono un piatto tipico della cucina piemontese e le sue origini sono da ricercarsi nelle campagne del Piemonte, dove le donne di casa confezionavano a mano questi particolari tortelli servendosi in particolar modo degli avanzi di carne dei giorni precedenti.

In ogni zona la ricetta degli agnolotti è diversa e il ripieno viene preparato in modi differenti: nel Monferrato e nel Torinese il ripieno è fatto unicamente da carni di maiale e vitello arrosto con l’aggiunta di cervella; nel basso Canavese si aggiungono anche la verza e la salsiccia; nel Tortonese e nell’Alessandrino il ripieno è costituito da uno stracotto di carne bovina al vino e gli agnolotti saranno poi conditi con il sugo scaturito dalla preparazione dello stracotto; nella Langa è anche diffuso l’”agnolotto al plin” (pizzicotto), dalla forma a barchetta e ripieno di sola carne.

Anticamente gli agnolotti venivano conditi con un sugo a base di carne e verdure, mentre oggi si predilige un condimento più semplice a base di burro e salvia oppure di ragù.

INGREDIENTI

aglio

50 g di borragine

50 g di Burro

150 g di polpa di carne bovina

150 g di polpa di carne di suino

400 g di farina

½ bicchiere d’olio

50 g di Parmigiano Reggiano

1 porro

1 rametto di rosmarino

5 uova

PREPARAZIONE

Bisogna in primis preparare la sfoglia, unendo alla farina 4 uova ed un pizzico di sale e poi impastando il tutto finché la pasta non risulti liscia e omogenea.

Coprire la pasta con un straccio umido e lasciarla riposare per almeno ½ ora; poi rimpastarla e stenderla, riducendola a una sfoglia sottile. Successivamente preparare il ripieno, facendo rosolare la carne per circa 10 minuti assieme agli aromi e a un pizzico di sale; a cottura ultimata aggiungere la scarola, precedentemente lessata.

Tritare il tutto con un mixer e aggiungere un uovo, un po’ di parmigiano grattugiato e continuare a impastare bene gli ingredienti. Per mezzo di un cucchiaio disporre il ripieno sulla sfoglia lasciando 4 cm di distanza tra una cucchiaiata di ripieno e l’altra; richiudere la sfoglia schiacciandola intorno al ripieno con le dita.

Tagliare gli agnolotti a quadretti con il lato di 2 cm. Preparare poi il sugo per condire gli agnolotti; lasciando rosolare nell’olio il porro e aggiungendovi il burro; fa cuocere il tutto a fuoco basso fino a far dorare il burro. Far cuocere gli agnolotti in abbondante acqua salata per 10 minuti; scolarli e condirli con il burro aromatizzato al porro.

Servire gli agnolotti ancora ben caldi con una spolverata di parmigiano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *